Il buon vivere italiano: TUTTOFOOD e HostMilano incontrano le business community a Dubai

A Dubai il buon vivere italiano, quella capacità unica di riunire in un’esperienza unica il buono e il bello, è stato protagonista in chiave B2B con due manifestazioni di Fiera Milano di riferimento nei rispettivi settori: HostMilano, leader mondiale per l’ospitalità professionale in tutte le sue declinazioni, e TUTTOFOOD, la fiera agroalimentare più internazionale in Italia e fra le prime tre in Europa.

L’occasione è stato un convegno sul tema Innovation and Excellence to Support the Growth of the Food & Hospitality Sector in the Gulf che ha coinvolto circa 40 selezionati esponenti delle business community della regione, tra i quali circa 25 buyer dei due settori provenienti, oltre che dagli Emirati Arabi, da Kuwait, Oman, Arabia Saudita e Bahrain; rappresentanti delle locali Camere di Commercio e Associazioni di categoria; giornalisti dei trade media quali Pro Chef Middle East; Hotelier Middle East; Caterer Middle East; Catering News; Gulf Gourmet; Food Business Gulf; Arabian Business e Gulf Business.

L’interesse suscitato dall’incontro riflette le opportunità di un interscambio in continua crescita. Secondo dati del Sistema Ulisse, l’anno scorso i mercati dell’area hanno importato complessivamente oltre 12 miliardi di euro di prodotti riconducibili alla ristorazione professionale, dei quali l’Italia ha una quota pari all’8% per circa 915 milioni di euro, precedendo la Germania (2,4%). Negli ultimi 5 anni (2012-2017), le importazioni dell’area sono cresciute complessivamente di 2,9 miliardi di euro e le vendite italiane hanno registrato un incremento di 252 milioni di euro. Nello scenario 2018-2021 ci si attende un incremento dell’import settoriale dell’area valutato complessivamente in ulteriori 1,9 miliardi di euro.

Per quanto riguarda il mondo F&B nel solo primo semestre 2018, secondo dati di ISTAT e ICE Agenzia, l’interscambio italiano con tutto il Medio Oriente ha raggiunto circa 410 milioni di euro in esportazioni e oltre 26,5 milioni in importazioni. I prodotti dell’arte bianca (106,6 milioni di euro) e gli alimentari diversi (154,4 milioni) sono le merceologie più esportate dall’Italia verso il Medio Oriente, mentre le più importate sono le carni processate e conservate (14,8 milioni di euro) e la frutta e verdura processate e conservate (4,2 milioni).

Grazie alla leadership nei rispettivi settori, HostMilano e TUTTOFOOD sono la sede ideale per cogliere queste opportunità di crescita, sia come espositori sia come buyer e visitatori professionali, con il valore aggiunto di essere posizionate a Milano, una delle capitali mondiali riconosciute delle tendenze nel food e nell’ospitalità. Ad approfondire queste occasioni di sviluppo in relazione al tema è un panel composto da: Boushant Ghandi, Direttore Commerciale di Trubell, il maggiore importatore e distributore F&B negli UAE; Uwe Micheal, Presidente della Emirates Culinary Guild; Darin Varghese, Direttore Procurement Middle East di Accor Hotel Group; Mohamed Kamal, Direttore Procurement Middle East ad Africa di Millenium Hotels and Resort.

L’evento è parte di un programma organizzato da Fiera Milano di partecipazioni a workshop, eventi e fiere di settore per presentarsi e presidiare quei mercati che si stanno rivelando tra i più consolidati e promettenti. Tra le tappe più significative, oltre ad alcune città italiane: Città del Messico, Dubai, Lima, Monaco, Mosca e Boston, Chicago, Las Vegas e Orlando in USA.